Pavo Cristatus Blu

Pavo Cristatus Blu Occhi Bianchi
17 aprile 2016
Show all

Pavo Cristatus Blu

E' il pavone comune , originario del continente asjatico è presente in India, Pakistan, Sri Lanka, Bangladesh. Si trova allo stato libero in diversi paesi in cui è stato introdotto. E' una specie di facile allevamento, dopo un breve periodo di ambientamento può essere allevato in piena libertà, sopporta i rigori invernali senza problemi, sceglie gli alberi più alti per appolaiarvisi durante la notte. Il maschio è caratterizzato da una lunga coda che si sviluppa completamente a 4/5 anni di età raggiungendo i 100-130 cm. Coda che durante la parata viene aperta a ventaglio formando una maestosa ruota. Nel maschio il colore della testa, del collo e del busto è rappresentato da un bellissimo blu metallico. Le ali si presentano barrate con un alternarsi di bande nere e grigie. La coda è verde cangiante con sfumature dorate, con la presenza dei caratteristici ocelli formati da un disco centrale blu scuro quasi nero contornato da un disco blu chiaro a sua volta contornato un disco più largo bronzato e ancora da un disco sottile verde. La femmina ha tutto il corpo di un colore marrone scuro ad eccezione del petto che si presenta con una tonalità di marrone più chiaro e del collo che presenta sfumature verdi. Tutte le altre colorazioni presenti nell'allevamento del pavone sono mutazioni del pavone blu o comune. Tutti i geni che codificano queste mutazioni sono recessivi e per manifestarsi devono essere presenti nel corredo cromosomico di entrambi i genitori (fanno eccezione i geni sex linked) . Nelle mutazioni quindi il fenotipo e genotipo corrispondono sempre, nel pavone blu invece se non si conosco gli ascendenti (genitori, nonni, ecc) non si è in grado di risalire al genotipo e potenzialmente qualsiasi pavone blu potrebbe essere eterozigote per uno o più geni ed essere quindi portatore di una o più mutazioni. L' accoppiamento tra un pavone blu omozigote con qualsiasi altro soggetto di qualsiasi mutazione di colore o disegno darà origine in prima generazione a pavoni comuni blu tutti portatori dei geni mutati.